Katia 339-2385279 Luca 329-2705788 laquietedimezzana@gmail.com

LA VILLA

 

 

 

 Villa la Quiete di Mezzana di Pontecchio Marconi Bologna è una villa settecentesca di grande fascino, immersa in un parco secolare, alla quale si accede attraversando un castagneto monumentale. Saremo lieti di organizzare al meglio qualsiasi evento vogliate con professionalità e accuratezza dei dettagli. La Villa è aperta tutto l’anno e può ospitare sia internamente sia esternamente fino a 220 persone. Per la stagione estiva il parco secolare che circonda la Villa è l’ideale per ospitare nel verde i Vostri ospiti. Per la bellezza e l’atmosfera dei suoi interni,  la Villa costituisce la location ideale per matrimoni, feste, mostre, sfilate, showroom, spettacoli e presentazioni. Villa La Quiete è patrimonio culturale della città di Sasso Marconi. Si sviluppa su due piani con disposizione speculare. Sia a piano terra sia al primo piano, collegati da uno scalone di particolare pregio architettonico, troviamo due ampi saloni uniti a due sale e ad una loggia passante. I locali sono collegati tra di loro,  in particolare i saloni e le logge costituiscono un locale che si può dire “unico”. Nella villa ci sono altri spazi, eleganti e d’immagine, che possono servire, nel caso di matrimoni, per il taglio della torta, per la distribuzione delle bomboniere e per permettere agli ospiti  di muoversi in locali scenografici. L’ampio giardino può essere utilizzato, nella stagione estiva, per offrire l’aperitivo o l’intera cena. Vi sono inoltre spazi che possono esere allestiti con salotti da esterno.Prima di arrivare alla Villa si attraversa un castagneto secolare-monumentale di 5 ettari, che ha la particolarità di essere l’unico in Emilia-Romagna a soli 180 mt. sul livello del mare, tutto in piano e a soli 20 minuti da Bologna.

 

 

 

 

LA STORIA

 

 

 

 L’Abate Belloni, appartenente a nobile famiglia bolognese, fece costruire la Villa alla fine del ‘600.  Immersa nella pace delle colline, con un panorama che arriva fino fine a San Luca, l’Abate fece spianare due colli adiacenti e su questo altopiano collocò l’edificio. La Villa, esternamente molto semplice, ornata da eleganti balconi in ferro e caratterizzata da una torretta centrale, è stata luogo di riposo e meditazione di mecenati e artisti. All’interno si trovano sale con raffinate pitture murali, opera di diversi artisti bolognesi. In particolare si possono ammirare tempere rappresentanti paesaggi e scene di vita agreste degli artisti bolognesi Vincenzo Martinelli e Pietro Fancelli. All’inizio del  novecento fu acquistata da una nota ed eccentrica soprano di origini ungheresi – Etelka Gerster – che aveva sposato il suo impresario, il medico e giornalista di origine bolognese, Carlo Gardini. Etelka fondò presso la Villa una scuola  di canto,  all’epoca assai rinomata, per ragazze che aspiravano alla carriera lirica. Si narra che le giovani allieve fossero sottoposte a prove canore di grande difficoltà per misurare la potenza della loro voce: mentre la Gerster  rimaneva nell’edificio principale, le allieve venivano mandate a cantare a diverse centinaia di metri di distanza in un piccolo edificio chiamato “caffé- house”. Successivamente la Villa fu acquistata dal famoso neurologo Vincenzo Neri e  tuttora  appartiene ai discendenti. Villa La Quiete è  stata set di film importanti come “Il Testimone dello sposo” di Pupi Avati e di famosi sceneggiati televisivi come “Enzo Ferrari”. Nel 2016 è stato inoltre girato l’ ultimo film della Genoma Films “Nobili Bugie”. Nel 2017 è stata registrata una puntata del commissario Coliandro, fiction di Rai 2.